tortamimosa-torteallapanna-mimosa-cucinaitaliana-ricette-ricettedidolci-cake-foodbloggeritaliane-foodblogitalia-grazianasantoro

 

Cari lettori, 

 

Buona festa della mamma! Che la stiate trascorrendo con lei oppure no, questa festa è sempre bella da celebrare per il suo significato e perchè siamo in primavera. Sole, voglia di condivisione e gioia di vivere mi fanno sempre pensare a qualcosa di buono, dolce e fresco come la "Mimosa". Non a caso, è la mia torta preferita in assoluto e non è mancata quasi mai in  ogni mia festa di compleanno da che sono nata. In effetti è una passione di famiglia, ora che ci penso. :)

In ogni caso, per farla davvero buona c'è un segreto fondamentale da non scordare più:

IL PAN DI SPAGNA! Deve essere alto e soffice e per ottenere questo occorre montare il più possibile le uova con lo zucchero. Più l'impasto incorpora aria più alto e soffice verrà. Non scordatelo! A costo di farvi venire i calli, sbattete il composto per almeno 10 minuti. Infatti, ho deciso di accompagnarvi con le immagini solo fino alla realizzazione del pan di spagna. Il resto è abbastanza intuitivo e personalizzabile, volendo.

 

 

 

INGREDIENTI

 

PAN DI SPAGNA:

 

6 UOVA

220 ZUCCHERO

220 FARINA 

1 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI

 

 

FARCITURA:

 

PANNA MONTATA (500 ML)

UN BARATTOLO DI ANANAS AL NATURALE O SCIROPPATE

 

 

PER LA CREMA PASTICCERA:

 

3 UOVA 

5 CUCCHIAI DI ZUCCHERO

6 CUCCHIAI DI FARINA

750ML DI LATTE

LA SCORZA DI UN LIMONE

 

 

PREPARAZIONE:

 

Sbattete energicamente le uova con lo zucchero servendovi di una frusta elettrica finchè il composto non assume un aspetto denso e con le bolle. A questo punto aggiungetevi farina e lieto e mescolate fino ad amalgamare completamente il tutto.

Il risultato deve essere questo:

 

 

tortamimosa-torteallapanna-mimosa-cucinaitaliana-ricette-ricettedidolci-cake-foodbloggeritaliane-foodblogitalia-grazianasantoro

 

 

 

A questo punto, ungete e infarinate una teglia della forma che preferite. Oggi ho optato per una forma rettangolare media ma  un diametro maggiore o rotonda andrebbe bene comunque. 

 

 

tortamimosa-torteallapanna-mimosa-cucinaitaliana-ricette-ricettedidolci-cake-foodbloggeritaliane-foodblogitalia-grazianasantoro

 

Preriscaldate il forno a 180 gradi, versate l'impasto nella teglia e cuocetelo per almeno 35 minuti. 

 

Preparate la crema riscaldando il latte con la buccia di limone e, nel frattempo, sbattete con una frusta a mano le uova con lo zucchero e la farina in una ciotola. Quando il latte sarà caldo, occorrerà rimuovere il limone e aggiungervi il composto. Mescolate il tutto fino ad addensare, sempre a fuoco basso. Ci vorrà pochissimo. A questo punto avvolgete con carta velina il pentolino e lasciate riposare.

 

Estraete la torta ormai cotta (fate la prova stecchino se avete dubbi) e fate raffreddare completamente.

 

tortamimosa-torteallapanna-mimosa-cucinaitaliana-ricette-ricettedidolci-cake-foodbloggeritaliane-foodblogitalia-grazianasantoro

 

Ora montate la panna montata, versatene metà nel pentolino con la crema e sbattete con le fruste per amalgamare meglio.

In una ciotola versate il contenuto del barattolo con l'ananas che taglierete a pezzi, aggiungendo anch'essi alla crema.

Aggiungete un bicchier d'acqua al succo dell'ananas rimasto.

 

Adesso estraetel il pan di spagna dalla teglia e tagliatelo in tre parti uguali. 

Iniziate poi con la parte di sotto, posizionandola nel vassoio "finale" e bagnandola con metà del succo (servendovi di un cucchiaio) e cospargendola con metà della crema. 

 

Adesso passate alla parte superiore capovolta e fate lo stesso.

 

La parte centrale va invece privata dei bordi e sbriciolata completamente per poi finire sulla crema del secondo strato.

 

A questo punto non vi resta che inglobare tutt'attorno la panna rimasta servendovi di una sac-à-poche.

 

Il mio risultato è sempre deludente però XD, la panna mi si scioglie sempre.... così che a volte preferisco anticipare questo passaggio, ma con l'aiuto di una spatola per versare solo dopo le briciole in modo da avere un effetto più ordinato.  

 

Mettete in frigo a rasettare per almeno un'ora e la Mimosa può essere servita.

 

 

Spero che questa ricetta vi sia piaciuta e vi sia d'aiuto. In ogni caso, potete sempre contattarmi per qualsiasi domanda. 

 

UN abbraccio affettuoso! <3

 

 

Graziana

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Seguimi

facebook   google+   twitter   pinterest   instagram